[ Notizie ]
Tripudio rossoblù, il Montevarchi torna in Eccellenza
20 Aprile 2015 - letto 989 volte

Il 6 novembre 2011 poche decine di tifosi tornarono in Curva Farolfi dopo un lungo boicottaggio, sdegnati da settimane, mesi, anni di tremendo dissesto societario che di lì a poco avrebbero portato al fallimento dello storico club. Quel giorno, contro il Gracciano, il Montevarchi Calcio giocò l’ultima partita della sua storia in un clima funereo. All’inizio del prossimo settembre, l’Aquila scenderà in campo per la prima partita del campionato di Eccellenza, lo stesso frequentato quel triste giorno. Lo farà davanti a qualche centinaio di tifosi ubriachi d’entusiasmo per l’inarrestabile rincorsa dell’Aquila Montevarchi completata nel più breve e più bello dei modi. E allora basta parlare della “rinascita” in atto, mettiamo da parte questo vocabolo perché d’ora in poi non servirà più. L’Aquila Montevarchi, oggi, è rinata per davvero.

Il Montevarchi supera 3-0 il Pratovecchio e chiude il campionato con una giornata di anticipo dando inizio a una festa popolare tinta dei colori rosso e blu. Decidono le reti di Vangi, una precisa spizzata di testa su cross di Stefanelli al 26', e di Daveri, che raddoppia al 18' della ripresa servito in contropiede da Sguera. E poi il gol di Federico Cuccoli, capitano morale e uomo-simbolo della rinascita. Un sogno che si avvera la sua corsa sotto la Sud impazzita di gioia.

Finisce così la miglior stagione da quando il calcio montevarchino ripartì a testa bassa dalla Seconda categoria sotto le insegne dell’Audax, ricostruendo mattone su mattone una squadra, una società, un settore giovanile al suo servizio. E, cosa più difficile, un amore che pareva finito e che oggi invece brucia come nei giorni migliori. L'Aquila ha conosciuto enormi gioie passando per momenti di profonde difficoltà. Ha vinto grazie alla fatica. Il primo merito di questa squadra è quello di aver onorato sul serio la maglia, sempre, ogni domenica che le avversarie erano pronte a rovinare giocando al meglio delle loro possibilità perché a vincere contro il Montevarchi potevano fare il colpo grosso che svolta un campionato. I rossoblù ne sono usciti stremati, ma vincitori.

Risultato affatto banale quando si parte con tutta la pressione sulle spalle e l’ambiente chiede i tre punti a prescindere, ma poi bisogna andare giocarseli sul campo e le avversarie sono di livello, ben altra cosa rispetto a quelle affrontate negli anni di Prima e Seconda categoria.

L'epilogo è di quelli che non si scordano, con i 1.200 e passa presenti sugli spalti del Brilli Peri, 600 solo in Curva Sud, colorata dalle maglie e dalle bandiere che in tanti hanno tirato fuori dall'armadio come non facevano da anni. Ora il massimo campionato regionale, l’Eccellenza. Trampolino di lancio verso quelle categorie che Montevarchi si augura di tornare a frequentare presto. Probabile che a questo giro servirà un po’ di pazienza in più, per il resto c’è già tutto: una società solida, l’ossatura della squadra, uno staff tecnico di valore, una tifoseria che non avrà eguali nemmeno in Eccellenza. L’Aquila, insomma, è rinata. E oggi si fa festa.

Notizie correlate Montevarchi
Altre notizie
23 Ottobre 2018 - In 26 dovranno rispondere di reati che vanno dall’invasione di campo aggravata al lancio di sassi, dalla violenza, resistenza e...
23 Ottobre 2018 - Identificati e denunciati altri due tifosi dell’Angri protagonisti dell’aggressione a un capotreno mentre si recavano a Mercato...
22 Ottobre 2018 - Il Daspo, per la durata di otto anni, è stato disposto dal questore di Messina, Mario Finocchiaro, nei confronti di cinque ultras del...
22 Ottobre 2018 - In campo di ci sono due ragazzi, uno del Benin e uno del Senegal, che indossano la maglia del Mesagne, una squadra che milita nel campionato...
22 Ottobre 2018 - Roma - S.P.A.L. All'ingresso dello stadio Olimpico ci è stato negato per l'ennesima volta l'ingresso del bandierone con...
22 Ottobre 2018 - I nove sostenitori nero-verdi sono ritenuti responsabili, assieme ad altri soggetti ancora in corso di identificazione, di un vero e proprio...
18 Ottobre 2018 - "Giù le mani dalla Battipagliese". Campeggia, allo stadio ‘Sant’Anna’ lo striscione degli ultras...
Stai ascoltando
Onair
   
Videotifo
ULTRA' LECCE
Coreografia Curva Nord del lecce in occasione della partita salvezza Lecce-Reggina anno 2004
07-08 S.Angelo-Bano La coreografia ultras
2007-08 S.Angelo - Sancolombano 1-1 Spareggio Play-out gara di andata La coreografia Ultras
Allo stadio "Dirceu" di Eboli la Salernitana ospita il Parma per un'amichevole che richiama circa 6.000 spettatori. La Curva Sud, stracolma, offre il solito...
inno CHAMPIONS LEAGUE Roma-Manchester united
l'inno della champions league prima dei quarti di finale roma-manchester
ancona-ascoli il derby 02/2003
ancona-ascoli il derby 02/2003

Calciomercato a cura di
TIFO-Net informa
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.