[ Notizie ]
Trapani-Catania, Daspo a cinque ultrà etnei per invasione di campo
25 Gennaio 2018 - letto 804 volte

Il Questore di Trapani ha emesso cinque provvedimenti di divieto di accesso alle manifestazioni sportive (Daspo) nei confronti di altrettanti supporter del Catania, "che lo scorso primo dicembre si erano resi responsabili del reato di scavalcamento ed invasione di campo in occasione dello svolgimento della partita Trapani-Catania". Poco prima dell’inizio della competizione presso lo Stadio “Provinciale” di Trapani, il folto gruppo di tifosi della squadra ospite aveva inoltre determinato alcuni momenti di tensione alle porte della città di Palermo, lanciando petardi e bombe carta a causa dell’accesa rivalità che li vede storicamente avversi agli ultras palermitani.

"Nessuna forma di intemperanza si era invece verificata nel capoluogo trapanese, grazie anche al gemellaggio che ha portato più di 700 tifosi catanesi ad assistere alla partita, terminata con una deludente sconfitta - dicono dalla Questura - A quel punto, uno sparuto gruppo di ultras, che era stato ospitato nel settore gradinata, ha scavalcato la barriera di separazione con il campo di gioco con l’obiettivo di accaparrarsi alcuni indumenti indossati dai giocatori del Catania, avvicinatisi alla barriera che delimita il settore. Grazie alla tempestiva attività info investigativa della Digos, incentrata su un’analisi capillare delle immagini realizzate dagli operatori del Gabinetto Provinciale della Polizia Scientifica nonché delle riprese estrapolate dal sistema di video sorveglianza dell’impianto sportivo, è stato possibile denunciare cinque ultras della curva Nord del Catania, responsabili di aver tenuto un comportamento idoneo ad ingenerare possibili turbative all’ordine pubblico".

I tifosi identificati, tutti ben noti alle Forze di Polizia, non risultano tra coloro che hanno aderito al programma di fidelizzazione della tessera del tifoso. "Tre di loro si contraddistinguono per uno spiccato profilo criminale dovuto ai numerosi precedenti di polizia da cui risultano gravati; solo poco tempo fa, peraltro, avevano finito di scontare un precedente divieto ad assistere alle competizioni sportive, che ora gli è stato rinnovato per ulteriori cinque anni, aggravato dall’obbligo di doversi presentare presso la Questura di Catania dopo l’inizio sia del primo tempo di gioco che del secondo", dicono gli inquirenti. Gli altri due giovani tifosi, invece, per due anni non potranno accedere negli stadi del territorio nazionale, in occasione di un qualsiasi incontro di calcio, anche di tipo amichevole.

Notizie correlate Catania
Altre notizie
23 Aprile 2018 - Attimi di tensione domenica pomeriggio allo stadio comunale, dove al termine della partita di calcio fra Ponsacco e Viareggio, uno degli...
23 Aprile 2018 - Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, la sconfitta di ieri subita dall'Udinese contro il Crotone in casa ha scatenato le ire...
23 Aprile 2018 - Al termine dell’incontro di calcio Catanzaro-Cosenza del 19.11.2017, disputatosi presso lo stadio “Nicola Ceravolo” di...
23 Aprile 2018 - Gli uomini della Squadra Mobile e della Digos, grazie ad un’immediata ricostruzione effettuata dalla Polizia Scientifica attraverso la...
23 Aprile 2018 - Circa 3mila tifosi hanno raggiunto lo stadio Fanuzzi per festeggiare la promozione nel campionato di Eccellenza, risultato acquisito con...
23 Aprile 2018 - Contestazione ai cancelli dello Stadio Zini per la Cremonese, dopo la sconfitta odierna contro l'Ascoli per 1-2. Sky Sport fa...
23 Aprile 2018 - Finale di stagione che non ha praticamente nulla da dire per il Borussia Dortmund, ormai senza nessuna possibilità di vincere trofei:...
   
Videotifo
ultras inter - gruppo brusco
inter vs roma respect to gruppo brusco! avanti curva nord (Inter)
Calcio 24/02/2015 Derby Sampdoria-Genoa 1-1
Calcio 24/02/2015 Derby Sampdoria-Genoa 1-1 "Il tifo del Genoa e squadra sotto la Nord"

Calciomercato a cura di Tuttomercatoweb.com
TIFO-Net informa
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.